Bologna, terza maglia. Si torna in giallo

Il Bologna per il lancio della terza maglia stagione 2021-2022 esordisce con Lights up cioè accendi la passione. Si torna indietro nel tempo con questa maglia e viene subito alla mente la figura di Roberto Baggio. Stiamo parlando nel 1997-1998 quando Codino vestiva la maglia del Bologna ed era di colore giallo.

Con Macron il Bologna si è ispirato per questa stagione e per la terza maglia a quella del passato. E’ stato rivelato sul sito ufficiale della squadra rossoblù. Parliamo di maglie ma parliamo anche di campionato calcistico e di scommesse online. Il sito 888starzbet vi permette di scommettere divertendovi in tutta sicurezza.

Come sarà la maglia

Sarà una maglia a girocollo ed i bordi saranno rossoblù. Anche nei bordi delle maniche sarà presente questo dettaglio. Personalizzazione del backneck con i colori del Club e una scritta “LO SQUADRONE CHE TREMARE IL MONDO FA”.

Presente il claim “WE ARE ONE” nel retro del collo. Altro particolare sul davanti la banda rossa e blu diagonale che parte dalla spalla sinistra e va sfumando al centro. Sulla destra il logo del brand Macron Hero in stampa siliconata blu. Sul lato sinistro dalla parte del cuore la patch del logo del Bologna Fc 1909.

Blu i pantaloncini, gialli con righe orizzontali rossoblù al centro i calzettoni con anche la scritta BOLOGNA in blu e sotto il Macron Hero.

Storia dei colori del Bologna

Nel 1909 la prima maglia del Bologna era a quarti rossa e blu. Veniva riprodotta la divisa del collegio svizzero di Rorschach Wiget auf Schonberg. Il club si dissocia dal circolo nel 1910 e modifica le maglie con dei pali verticali rossoblù. Il disegno è rimasto invariato nel corso degli anni modificando solo la larghezza delle bande.

Solo nel 1925 il Bologna quando vinse il suo primo scudetto indossava una maglia verde. Questa venne scelta dal dirigente Sabattini imitando quella del Rapid Vienna. Il caldo di quel periodo influenzò la scelta perché il cotone era molto leggero e verde scuro mentre i calzoncini erano neri.

Nei successivi decenni la maglia verde venne alternata a quella bianca come seconda maglia. Finisce con gli anni ottanta il suo utilizzo. Verso la fine degli anni novanta ci furono alcune modifiche della prima maglia ed i pali laterali non partirono più dalle spalle ma dal colletto.

Risale al 2000-2001 la maglia con soli due pali larghi rosso e blu con i bordi bianchi. La terza maglia venne introdotta negli anni a seguire ed utilizzata maggiormente per le coppe europee con sfondo giallo o dorato ed i profili rossoblù.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *