Il dodicesimo capitolo di un videogioco che fonda la sua storia nell’antica Inghilterra e Norvegia

Dalla fine dell’età romana fino al Medioevo dove la religione cristiana ha prevalso, in Europa hanno convissuto diverse religioni, culture e usanze o valori spirituali.

Era un Europa e un periodo di guerre e culture che con gli occhi di oggi definiremmo dalla vita complessa e anche violenta viste le guerre tra grandi imperi che venivano portate avanti e con lo scopo, di ognuno, di costruire un impero proprio sempre più grande.

Non era sempre guerra, i norreni o vichinghi dall’indole molto crude erano anche ottimi navigatori per relazioni e scambi commerciali ma quando avevano l’occasione o il nemico gliene dava ragione, sfoderavano spade e violenza.

Proprio i popoli germanici nel loro insieme, partendo dai vichinghi o norreni, ispirano moltissimo il mondo dei videogiochi da una parte e quella dei casinò online dall’altra. Nel primo settore troviamo vere e proprie saghe con capitoli proposti ogni anno. Invece, bookmakers e casinò online come https://fezbet.net/it/ sono ricchi di slot machine (gioco che va molto nel settore web) ambientati o che traggono spunto dal mondo norreno, per molti il fantasy per eccellenza. Ecco la saga che oggi raccontiamo e il dodicesimo capitolo creato.

Assassin’s Creed (serie)

Iniziamo dalle basi, Assassin’s Creed e spieghiamo che cos’è. Innanzitutto, è un franchise creato da Patrice Desilets basato su una serie di videogiochi action adventures (azione + avventura e nel nostro caso fantasy) sviluppata da una realtà francese Ubisoft, ovvero la canadese Ubisoft Montreal. L’anno di nascita di Assassin’s Creed è il 2007, da allora sono nati oltra ai videogiochi anche romanzi, fumetti, cortrometraggi, lungometraggi e fiction televisive. Questo ha portato la serie a diventare famosa anche fuori dai videogiochi. Assassin’s Crred non è proprio ambientato nel passato ma nel presente, anno 2012 e per tutta una serie di vicende ci si ritrova a vivere battaglie in secoli passati e caratterizzati da guerre, imperi, armature. Da questo inizio, serie dopo serie, si arriva al dodicesimo capitolo ma anche al quinto spin-off.

Assassin’s Creed: Valhalla

Assassin’s Creed: Valhalla è un gioco pubblicato nel 2020 per più piattaforme, genere Action, tema espansione vichinga scoprendo che l’intera saga del videogioco è un mix di secoli storici e Odyssey da cui deriva o inizia è un insieme di epoche lontane dall’XI secolo che ora raccontiamo nella trama del videogioco. Di fatto ci sono due capitoli importanti, l’Ira dei Druidi e l’Assedio di Parigi. Il gioco vede come protagonista una guerriera vichina, viene chiamata con il nome originale del suo popolo, guerriera norrena. Invece il nome di nascita è Eivor Varinsdottir. Ci troviamo nei quattro regni principali dell’Inghilterra del IX secolo che tra loro stringevano alleanze ma soprattutto battagliavano. Un mix di eventi, narrazioni, capitoli che però ha inizio in Norvegia, il territorio di origine dei vichinghi e circodato da diverse fazioni o tribù di popoli nordici.

Assassin’s Creed: Odyssey

Odyssey è l’undicesimo capitolo di Assassin’s Creed e il nome dice tutto, i capitoli e sottocapitoli di questo videogioco pubblicato tra il 2018 e 2019 dice tutto: l’eredita della prima lama, il destino di atlantide, Campi elisi, Tormento di Ade, Giudizio di Atlantide e tutto parte da “mesi dopo l’avventura in Egitto” del protagonista della serie: Layla Hassan, completamente diverso dalla guerriera norrena che abbiamo descritto nel capitolo Valhalla.

Leave a Reply

Your email address will not be published.